Posts in CORSIVO | column

Le “case anagrafiche” di Kisutu raccontano la storia moderna della Tanzania

Come il mancato sviluppo post-coloniale di Dar abbia salvato l'architettura dai colonizzatori del mercato globale

Aaron Betsky ha sparato alle spalle di Philp Johnson e poi si e’ nascosto dietro lo “online shaming”

La “cancel culture” ha demolito moralmente la Glass House con un colpo secco di “damnatio memoriae”

Plaza de Colón, il (mio) centro della “Terra di Mezzo”

A Madrid tre opere d'arte contemporanea monumentalizzano la distorsione della quotidianità

I 500 anni dei “concept architects”, eredi spuri di un Leonardo ancora vivo ma sconosciuto in Asia

Ad Hanoi una mostra celebra la vacuità concettuale del “concetto”

Le “muratrici” di Hanoi alla mattina si alzano prima delle “architettirci” di Milano e non solo per motivi di fuso orario

Le “brickies” fanno dell'Asia - non solo a parole - il vero continente “politically correct”

La voce della “Little Free Library” dice: “Take a Book – Return a Book”

Ad Hanoi la più piccola biblioteca del mondo aiuta a mantenere le menti libere dal “conformismo portatile”

Dietro il Red River Dyke si nasconde l’altra faccia di Hanoi

Il policromo Ceramic Mosaic Mural di Hanoi segna l'orizzonte oltre il quale finisce la terra

“Guardare attraverso” – ma non nel vuoto

Un punto di vista alternativo all'immagine simbolo della 15ma Biennale di Venezia

Quando la ‘archi-star’ prima di diventare ‘global’ e’ ‘local’

Zaha Hadid, l’anima internazionale e cosmopolita della sua città - Londra